Prendersi cura in quarantena

Strategie e idee per prenderti cura di te e degli altri in quarantena

Durante questa quarantena tante volte mi sarebbe piaciuto avere una di quelle utili mappe da centro commerciale, quelle che ti affacci per capire dove sei e ti restituiscono un rassicurante circoletto rosso accompagnato da un rasserenante voi siete qui.

Nel caso della quarantena se da un lato so benissimo dove sono – a casa, dobbiamo ancora dircelo? – l’incertezza di questa perdita di illimitatezza è tanta, orientarsi tra gli alti e bassi difficile.

Mi spiego meglio: tutto ad un tratto mi sembra di essere passata da avere un mondo e un ventaglio di possibilità da esplorare…a ritrovarmi con un piccolo fazzoletto di terra, che va difeso e coltivato. Da un infinito melting pot di persone da conoscere al ristretto giro di persone conosciute nel mondo di prima.

Ecco, un lato positivo di questa quarantena è che ho riconosciuto ancora di più l’importanza delle mie persone fondamentali.

Perciò, riflettendoci meglio, se dovessi trovarmi di fronte a questa mappa immaginaria vorrei vedere non solo il mio circoletto ma con un colpo d’occhio verificare anche la posizione dei miei cari. Magari al posto di voi siete qui leggere sta bene.

In attesa che un cartografo straordinario si faccia vivo, ho cercato e trovato alcuni modi per occuparmi non solo di me ma anche degli altri circoletti della mia mappa. Ma come fare ad essere uniti ma distanti, come recitano le pubblicità tutte uguali di questi tempi di quarantena?

Ecco i modi che ho trovato e che i miei circoletti hanno apprezzato:

  • INVIARE DEI FIORI

Arricchire la reclusione forzata regalando un po’ di primavera per sognare prati verdi e mille sfumature di colori!

Un mazzo di fiori Colvin

L’arrivo di un mazzo di fiori è un antidoto efficace portatore di sicuro buonumore! Per inviare un bouquet di fiori io mi sono affidata a Colvin un e-commerce di fiori e piante veloce ed affidabile.

I bouquet arrivano con delle bustine di concime da mettere in acqua e tutte le istruzioni, a prova di pollici neri, per far durare per diversi giorni la bellezza dei fiori.

Chiudi gli occhi, immagina la persona a cui vuoi regalare un sorriso e scegli i mazzi di fiori più belli! C’è anche un comodo codice sconto Colvin IRENEA0461 con cui hai €10 di sconto sul primo ordine che puoi usare.

  • FARE BENEFICENZA REGALANDO UNA POESIA

In questi giorni di quarantena, regalare una poesia è un modo per contagiare con qualcosa di positivo: la cultura e l’arte, due ingredienti che toccano i cuori, anche se non li abbiamo vicini.

Si chiama Menù della Poesia il progetto che nasce da un collettivo di attori professionisti con l’obiettivo di promuovere e diffondere poesia, teatro e letteratura in luoghi non convenzionalmente deputati all’offerta culturale, in modo innovativo e coinvolgente, per nutrire anima e intelletto dando anche un contributo concreto con una RACCOLTA FONDI per l’Ospedale di Bergamo!

Si possono scegliere poesie da un vero e proprio Menù come fossero vivande e farle recapitare via messaggio vocale o con una telefonata facendo “servire” ai propri cari questo cibo per l’anima da maitres d’eccezione: attori professionisti.

Scegliere dal Menù della Poesia è un’occasione per farsi una cultura e capire che ce n’è davvero per tutti i gusti: odi all’amore, elogi di amori a prima vista, parole per amori lontani, moniti per non farsi dimenticare durante la quarantena, modi poetici per dirsi che forse con la lontananza l’amore si è messo in discussione, celebrazioni delle piccole cose…e modi poetici per rifarsi vivi con quella botta e via.

E no, le poesie non vanno bene solo per gli innamorati. Ce ne sono anche da regalare a chi si è scoperto eroe con il covid, a chi ha bisogno di ricordarsi che la felicità è una piccola cosa e a chi cerca una scusa per una buona bevuta!

Ogni giorno un nuovo menù della poesia tutto da scoprire!

  • REGALARE UNA BOTTIGLIA DI BUON VINO

A proposito di poesie, Baudelaire scriveva:

“E’ l’ora di ubriacarsi !”

Per non essere gli schiavi martirizzati del tempo, ubriacatevi;

Ubriacatevi senza smettere!

Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro.

Ubriacatevi, Charles Baudelaire

…e di questi tempi una buona bevuta è ancora più apprezzata!

Più che mai è essenziale scegliere un buon vino, magari favorendo aziende locali. Io ho scelto un’assortimento dei vini di Cantine Eredi dei Papi per assaporare l’amore dei Castelli Romani in bottiglia!

Cantine Eredi dei Papi

Una cantina giovane, nata dalla passione dei fratelli Iacoponi, che durante la quarantena da Monte Compatri fanno partire bottiglie di buon vino con spedizione gratuita! Testati e approvati!

  • RACCONTARE UNA STORIA

Fatti raccontare (o fai raccontare) una favola al telefono, non c’è niente di più bello per tornare per un attimo bambini!

Un’iniziativa gratuita per curare il distanziamento sociale con il potere delle storie a cura dell‘Associazione Vitamina C Lab!

E tu cosa fai per stare vicino stando lontano?

Lascia un commento